Author: RibesNest

“Fare sistema” spingendo le imprese a collaborare tra loro e a realizzare sinergie intelligenti con il mondo delle università e degli istituti di ricerca è possibile, attraverso i giusti incentivi e grazie alla consapevolezza ormai matura dell’importanza della ricerca e dell’innovazione per raggiungere gli obiettivi dello sviluppo sostenibile e della qualità.

Il Cluster Tecnologico Nazionale Scienze della Vita ALISEI, di cui fa parte anche RIBES-Nest, presenta la manifestazione Meet in Italy for Life Sciences, iniziativa nata nel 2014 per offrire un momento di incontro e networking per tutti i soggetti interessati ai temi delle Scienze della Vita. L’edizione di quest’anno si svolgerà a Genova dal 29 settembre al 1 ottobre, presso i Magazzini del Cotone.

Guarda i servizi trasmessi da alcune emittenti venete che raccontano l’evento di presentazione dei risultati dello scorso giovedì 29 luglio con cui si è concluso il progetto 3S-4H, Cibo intelligente per un futuro sostenibile, uno tra i più importanti progetti di ricerca sviluppati dalla rete innovativa regionale (RIR) RIBES-Nest. I servizi sono andati in onda sulle seguenti emittenti: TVA Vicenza, Telechiara, TeleArena, TeleVenezia e TeleBelluno.

Sicurezza alimentare, alimentazione smart, salute e sostenibilità: sono questi i temi al centro del progetto 3S-4H Cibo intelligente per un futuro sostenibile, raccontati ieri nel corso di un evento organizzato dalla Rete innovativa regionale per l’ecosistema salute e l’alimentazione smart RIBES-Nest per presentare i risultati raggiunti e le nuove prospettive aperte dalla ricerca.

L’assemblea dei Soci della rete innovativa regionale RIBES-Nest per l’ecosistema salute e l’alimentazione smart, convocata lo scorso 28 giugno, ha rinnovato il proprio Consiglio di amministrazione. All’unanimità, è stato confermato Presidente Mauro Fanin, imprenditore nel settore dell’agrifood, che sarà affiancato per la gestione della Rete da Vicepresidenti con deleghe specifiche negli ambiti di attività principali della Rete: food, feed, nutraceutico, salute e benessere, farmaceutico.

Lo scorso 24 aprile 2021 si è tenuto l’evento on-line finale del progetto “Sosiaq-Sostenibile, sicuro, di alta qualità: un progetto integrato di ricerca industriale per l’innovazione della filiera molluschicola del Veneto”, promosso da aziende e centri di ricerca afferenti alla Rete innovativa Ribes Nest- rete innovativa per l’ecosistema salute e l’alimentazione smart e al Distretto Ittico di Rovigo e Chioggia.

Dopo quattro anni di lavoro è alle battute finali uno tra i più importanti progetti di ricerca sviluppati delle reti innovative regionali (RIR), RIBES-Nest, INNOSAP e RIAV. Si tratta del NIP, NUOVO PIANO INDUSTRIALE DEL LATTIERO CASEARIO VENETO, che nel 2017 si è aggiudicato un bando del valore di circa 3 milioni di euro (su 6 di investimento complessivo) finanziati dal POR – FESR, Fondo Europeo di Sviluppo Regionale 2014-2020.

Venerdì 9 aprile a partire dalle ore 10:30 è in programma una tavola rotonda on-line dedicata alla presentazione dei risultati del progetto intra-rete NIP, NUOVO PIANO INDUSTRIALE DEL LATTIERO CASEARIO VENETO, sviluppato da RIBES-Nest insieme alle reti INNOSAP e RIAV, avvalendosi del finanziamento POR – Obiettivo “Incremento dell’attività di innovazione delle imprese” Parte FESR fondo europeo di sviluppo regionale 2014-2020.

Sfruttare le innovazioni e le nuove soluzioni rese disponibili da biotecnologie e agricoltura di precisione per migliorare la produttività delle colture, sviluppare le proprietà funzionali degli alimenti, sostenere il reddito d’impresa e la competitività del sistema produttivo alla luce dell’attuale emergenza sanitaria ed economica legata alla pandemia.

Quali sono i determinanti protettivi da ricercare per essere certi di aver attivato la memoria immunologica contro il COVID-19? Quali molecole dobbiamo ricercare nel sangue di un paziente per sapere se la risposta protettiva del sistema immunitario sia in grado di sconfiggere il virus? Esistono particolari biomarcatori che indichino l’appartenenza a gruppi ad alto rischio? Sono queste alcune delle domande su cui stanno lavorando i progetti di ricerca scientifica condotti dalla prof.ssa Antonella Viola, in collaborazione con l’Istituto di Ricerca Pediatrica (IRP) Città della Speranza.

Un appuntamento on-line dedicato alla presentazione alla Commissione EU, ad organizzazioni internazionali come FAO e OCSE e a tutti gli stakeholder nazionali e internazionali, del nuovo documento realizzato nell’ambito dell’iniziativa “Italian microbiome initiative”, un piano d’azione a sostegno della ricerca e innovazione nel campo del microbioma dell’uomo e della filiera agro-alimentare.

Essere chiamati a svolgere nuovi e prestigiosi incarichi è una grande responsabilità, oltre che una testimonianza di fiducia e riconoscimento di competenze e dell’esperienza acquisite sul campo. In quest’ottica, RIBES-Nest accoglie con grande soddisfazione le nuove nomine che interessano alcuni consiglieri della Rete, chiamati a portare il loro contributo in importanti realtà dell’ecosistema dell’innovazione e del mondo associativo.

Il perdurare dell’emergenza sanitaria rende ancora più evidente il mutamento strutturale dei consumi e la richiesta di nuove risposte a bisogni alimentari sempre più diversificati e alle sfide sanitarie, ambientali, sociali poste dal futuro del pianeta. Il Comitato Scientifico e dell’Innovazione di Cereal Docks Group, Socio della rete RIBES-Nest,  ha proposto il 21 ottobre scorso un’occasione di confronto e di aggiornamento sul ruolo della ricerca scientifica e delle tecnologie per portare in tavola alimenti buoni, sani e sicuri.

RIBES-Nest ha colto l’occasione per collaborare, insieme ad altre Reti Innovative, alla presentazione di due importanti progetti di ricerca e sviluppo nell’ambito del bando POR FESR 2014-2020 Az.1.1.4 “Sostegno a progetti di Ricerca e Sviluppo realizzati dalle Reti Innovative Regionali e dai Distretti Industriali” (DGR n.  822 del 23 giugno 2020).

RIBES-Nest ha colto l’occasione per collaborare, insieme ad altre Reti Innovative, alla presentazione di due importanti progetti di ricerca nell’ambito del bando POR FESR 2014-2020 Az.1.1.4 “Sostegno a progetti di Ricerca e Sviluppo realizzati dalle Reti Innovative Regionali e dai Distretti Industriali” (DGR n.  822 del 23 giugno 2020).

La Regione Veneto prosegue nel proprio impegno per contrastare gli effetti economici negativi derivanti dall’emergenza epidemiologica di Covid-19. Il prossimo passo sarà il fondo di rotazione denominato “Anticrisi attività produttive”: obiettivo del progetto concedere finanziamenti agevolati alle imprese coinvolte nella crisi, grazie ad una dotazione iniziale di 60 milioni di euro.

La Regione Veneto ha recentemente pubblicato i dettagli per il Bando POR FESR 2014-2020 Asse 1. Azione 1.1.4 per il sostegno a progetti di ricerca e sviluppo realizzati da almeno 3 imprese con sede operativa in Veneto facenti parte di una Rete Innovativa Regionale o di un Distretto Industriale e in collaborazione con almeno un organismo di ricerca con sede operativa in Veneto.

Nonostante il rinvio di un anno della manifestazione, l’Expo 2021 di Dubai si candida ad essere uno degli eventi più importanti e ricchi di opportunità per le aziende italiane nei prossimi anni. Alla prima esposizione universale organizzata in un Paese arabo, dedicata al tema “Connceting minds, creating the future”, prenderanno parte molte delle migliori realtà del nostro Paese, tra cui anche i cluster tecnologici nazionali scienze della vita Alisei e CL.A.N.

In seguito all’emergenza Covid-19 è stata disposta la proroga dei termini e la modifica di alcuni bandi POR FESR 2014-2020. Per verificare subito i bandi interessati dalle modifiche, scarica i documenti sotto riportati. I nuovi termini e le disposizioni di interesse saranno comunicati individualmente ai beneficiari interessati da parte di AVEPA – Area Gestione FESR.

La Giunta della Regione Veneto ha deciso di ridefinire le priorità di investimento da impegnare per i Fondi FESR e FSE, con l’obiettivo di potenziare i servizi sanitari, tutelare la salute, mitigare l’impatto socio-economico dell’epidemia di Coronavirus e proteggere i posti di lavoro, limitando per quanto possibile le conseguenze negative sull’occupazione.

In occasione dell’evento di lunedì 3 febbraio 2020 con cui hanno preso il via i lavori del tavolo di partenariato congiunto FSE+, FESR e CTE per discutere le traiettorie delle politiche regionali di coesione 2021-2027, il Presidente Mauro Fanin ha portato l’esperienza di RIBES-Nest, illustrando caratteristiche e peculairità del modello delle reti innovative regionali.

RIBES-Nest è felice di annunciare che la dr.ssa Valentina Beghetto, Referente Scientifico del Work Package 3 dedicato alla sostenibilità ambientale del progetto 3S_4H della Rete RIBES-Nest  è stata nominata guest editor per l’edizione speciale della rivista “Materials” (ISSN 1996-1944; CODEN: MATEG9 – open access journal of materials science and engineering published monthly online by MDPI): “Environmentally Sustainable Solutions to Polymeric Waste Materials”, in italiano “Soluzioni ecologicamente sostenibili per i rifiuti polimerici”.

È ai nastri di partenza l’edizione 2020 del progetto Campus, che dà la possibilità agli studenti di corsi di laurea magistrale in ambito tecnico/scientifico di sviluppare un approfondimento scientifico ad alto tasso di innovazione su un tema di interesse per l’azienda. Il modello è stato messo a punto avviato con successo da Cereal Docks e oggi viene messo a disposizione dei Soci di RIBES-Nest interessati ad applicarlo.

La scorsa settimana il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Lorenzo Fioramonti ha presentato il “Patto per la ricerca”, un documento che contiene dieci proposte che hanno l’obiettivo di rafforzare la collaborazione tra università, istituzioni dell’Alta formazione, enti di ricerca e imprese italiane per dare nuovo slancio all’economia.

Aziende, università, istituzioni e mondo della ricerca si ritroveranno giovedì 4 luglio a partire dalle 16.00 presso la Fondazione CUOA (Villa Valmarana Morosini, Altavilla Vicentina) in occasione del convegno “Innovazione come vantaggio competitivo, il modello di rete innovativa regionale, opportunità per la crescita delle imprese”, organizzato da RIBES Nest, in collaborazione con CUOA business school.